Archivi del mese: Agosto 2014

Sanvino 2014: secondo giorno!

Seconda serata di Sanvino 2014: una interpretaziuone di Paolo Zazza...
Seconda serata di Sanvino 2014: un’interpretazione di Paolo “Zazza”…

Grande successo di pubblico per il secondo giorno di Sanvino. Molto apprezzata la scelta degli oltre cento vini del mondo, proposti per la serata. E molto apprezzato l’intervento di Elena Zanetta, Azienda Agricola Madonna dell’Uva di Borgomanero (http://madonnadelluva.sitonline.it/1/), con i suoi vini classici delle Colline Novaresi: vespolina, croatina, uva rara e nebbiolo. Un po’ di birra artigianale, poi, a completare l’offerta. Stasera si replica!

Madonna dell'uva

Sanvino 2014, primo giorno!

Bell’inizio di Sanvino 2014: capannelli di appassionati che si sono susseguiti a partire dalle 21,00 (praticamente assenti nella fascia 18 – 20 a causa di una minacciosa pioggerellina, poi sparita). Molti bicchieri di vino, molte domande, molta curiosità; qualche faccia nota, ma anche gente nuova, attirata dal passaparola che Sanvino crea ogni anno e per tutto l’anno. Andrea ha sfoderato una pattuglia di vini bianchi agée, dal soave al verdicchio, all’arneis… Interessanti. Alla fine della serata, ormai notte profonda, ci si è dati appuntamento ad oggi, promettendo di scambiarci foto e selfie da pubblicare sul blog…

Sanvino: 10 + 1!

Un anno di svolta, all’inizio di un nuovo decennio. E Sanvino c’è! In questi anni tante altre belle manifestazioni legate al vino sono state fatte un po’ ovunque in zona, ma molte non ci sono più. Belle realtà, ben condotte, ma non sono andate avanti: nessun ricambio, fine dei contributi pubblici, cambiamenti societari, litigi, stanchezza… Sanvino è invece continuata, anche grazie alla Pro Loco di Omegna, costante e presente. La costanza è dunque un valore. E Sanvino oggi infatti vale. Lo sanno le ditte da cui compriamo il vino, lo sanno quelle che ci aiutano materialmente, lo sanno gli sponsor, gli amici, i tanti amici di Sanvino…
La sua natura non cambia neppure quest’anno: un banco d’assaggio “pop”, in cui la domanda generica (di appassionati, neofiti del vino, assolutamente nuovi, astemi pentiti…) s’accoppia con un’offerta ricca nella quantità (oltre cento tipologie di vino proposte) e nella qualità (i vini sono selezionati da Andrea Piccinno, selezionatore vini della AP Selezione (appunto!) e da Riccardo Milan, degustatore).
Agli oltre cento vini proposti durante le quattro serate, s’affiancano un piccolo buffet (a cura dei cuochi della Pro Loco di Omegna), acqua a volontà e tanto divertimento. Cercando come sempre d’essere tutti attenti e di non trascendere i toni della Festa.
Alle tre serate canoniche: venerdì 29 agosto raccolta, sabato 30 e domenica 31 affollate, si è aggiunta negli anni la serata di Sanvinino, del lunedì (che quest’anno cade al 1° del mese di settembre), destinata agli appassionati “doc” e agli operatori di settore. La formula è la stessa: si acquista un carnet di buoni e bicchiere in mano si sceglie, si assaggia, si valuta; si riassaggia, si rivaluta, si sceglie ancora e magari altro…
I ringraziamenti vanno in primo luogo alle aziende che credono in Sanvino: alle aziende TORREVENTO, DALLE VIGNE, KANTE, VINTESA, MAURO SEBASTE ENOLOGO, CALDORA, VINOSIA, MIRABELLA, SAN PELLEGRINO, PANTA REI, ENOTECA IEMMALLO MILANO e ai nostri amici e volontari che ci supportano con il loro impegno durante tutto l’anno per l’organizzazione di Sanvino.